img

Diario di una Timida, parte il tour del primo libro stampato in Easy Reading

/
/

Un’autrice sarda emergente, l’Iglesiente e Cagliari a fare da sfondo all’amore incondizionato per i libri e la libertà.
Diario di una timida è un intreccio vivo, sapientemente arricchito dall’autrice Simona Tilocca di vita e sentimento: sgorga dal cuore di Emma, eroina del mondo moderno che tanto ricorda la più famosa protagonista dell’omonimo romanzo di Jane Austen e che con lei mantiene un letterario legame che va oltre i due secoli che le separa, oltre la distanza che va dall’Inghilterra a Iglesias.

L’appuntamento che inaugura il tour di presentazione del libro non poteva, dunque, che essere in un luogo: giovedì 8 novembre nella Biblioteca Comunale di Iglesias Nicolò Canelles, in via Gramsci 11 dalle ore 18 l’autrice racconterà per la prima volta la sua Emma al grande pubblico, in quel luogo che appartiene a entrambe e che Emma stessa, bambina, vedeva come “fuori portata”, poiché “timida com’era avrebbe preferito morire piuttosto che parlare con gli sconosciuti”.

L’evento è organizzato grazie alla collaborazione della Libreria Simona di Iglesias.
A dialogare con l’autrice ci sarà la dott.ssa Clara Congia, Bibliotecaria Responsabile della Biblioteca Comunale di Iglesias .

<<Il fatto che sia la mia città di nascita è solo uno dei motivi. Con la convinzione ingenua che la distanza fisica separi dalle cose e dalle persone, per molto tempo ne sono stata lontana volontariamente. Ci sono tornata in età matura, e dopo che importanti e dolorose vicende personali mi hanno dimostrato che esistono i luoghi fisici e i luoghi dell’anima, e ciascuno di essi ha una sua funzione – spiega Simona Tilocca, autrice del volume inserito nella collana Narrativa di Palabanda – . Ecco, Iglesias per me è prima di tutto un luogo dell’anima. Al mio rientro in Sardegna, dopo diversi anni vissuti nella penisola, ho voluto che fosse la mia sede come insegnante di ruolo, né ho mai chiesto o chiederò di essere trasferita. Lo considero un ritorno alle origini, se non a casa; un modo per conciliare quella che ero e quella che sono diventata, che può vivere ovunque ma appartiene a questa città. La lingua con cui penso le mie emozioni è l’Italiano, ma l’eco che sento dentro la testa è il sardo di Villa di Chiesa, e questo fa di me la persona che sono e quello che scrivo.
Così ho chiesto che il viaggio di Emma potesse partire da lì. La gestazione di questo libro è stata lunga e non facile, e esiste solo perché nessuna di noi si è arresa, ma ciascuna, con umiltà e amore, ha ricominciato ogni volta con pazienza dagli sbagli. Il risultato è bello come un figlio voluto con tutte le forze. Credo sia giusto, e bello, che anche Emma torni nel luogo dove è stata concepita, e dove, per ragioni di lavoro, quasi la metà del libro è stata scritta, ai tavolini di un bar, o nelle aule vuote della mia scuola. Entrambe sentiamo il bisogno di rendere questo omaggio alla città, e ringraziarla, e chiederle che ci benedica.>>.

I libri, nel romanzo, sono una colonna portante dell’intreccio narrativo. Ed è anche per questo che la Casa Editrice Palabanda è orgogliosa di aver portato in stampa questa perla della narrativa sarda emergente, in un formato a dir poco innovativo.
La pubblicazione vanta infatti l’utilizzo del carattere Easy Reading, che facilita la lettura anche ai dislessici.

<<Esistono barriere non solo culturali alla lettura, ma anche fisiche, derivanti da patologie. Sono barriere reali, di strumenti non a disposizione dell’individuo con i quali tanti ragazzi e adulti fanno quotidianamente i conti – spiega l’editore di Palabanda, Maria Gabriella Ranno –. Noi di Palabanda ci siamo fatti carico della responsabilità sociale che ha un Editore e abbiamo voluto fare qualcosa di concreto che facilitasse l’uso e la diffusione del libro e della abitudine a leggere. Per questo, partiamo con un romanzo di formazione, un grande classico moderno di un’autrice emergente della nostra Isola per la prima stampa cartacea di un romanzo dedicato al pubblico non solo dei ragazzi, ma adulto, che abbatta quelle barriere. Vogliamo che il libro diventi, e torni a essere anche per chi oggi trova difficoltà, uno strumento facile da usare e tenere sempre con sé>>.

L’Easy reading è già disponibile su tutti i formati e-book di Palabanda, intera collezione di Narrativa, Ragazzi, Saggistica, Guide e Fuori collana acquistabili online direttamente dal sito www.palabanda.it. Ed entro l’anno sarà usato per tutte le edizioni cartacee delle collane di Palabanda.

I libri di Palabanda, infine, sono “comodi” anche da portare con sé: formato tascabile, maneggevole e facile da infilare in borsa o nello zaino, e leggeri, perché sono stampati su una particolare carta gonfiata ad Aria, che fa lievitare i costi di stampa del 30% ma che ne riduce ampiamente il peso specifico.

This div height required for enabling the sticky sidebar