Ad Clicks : Ad Views :
img

Jazz Waves a Portoscuso con il quartetto Forms e con Marco Cocco in concerto alla Tonnara Su Pranu

Onde di jazz e di mare: si intitola Jazz Waves la minirassegna organizzata dalla cooperativa Forma e Poesia nel Jazz a Portoscuso (Sud Sardegna) in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune sulcitano. Due serate all’insegna della musica di qualità, con altrettante formazioni sarde di scena nella suggestiva e storica cornice della Tonnara Su Pranu.

Primo appuntamento martedì 30 luglio con il quartetto Forms, sodalizio che riunisce, a quasi vent’anni dal loro primo incontro, quattro volti noti del panorama jazzistico isolano: Massimo Carboni (sax tenore), Mariano Tedde (pianoforte), Paolo Spanu (contrabbasso) e Gianni Filindeu (batteria), dopo avere condiviso tante collaborazioni negli anni passati (come il Woodstore Quintet, formazione che nel corso del tempo ha pubblicato tre lavori discografici, oppure il settetto BePop, dedito alla rivisitazione della musica pop‐rock degli anni Setanta/Ottanta), si ritrovano nuovamente a condividere un progetto comune. Una formazione jazz senza steccati: dalle composizioni originali alla rilettura di brani della tradizione jazz, pop e rock, la musica di Forms si caratterizza per il grande impatto sonoro e per l’interplay assicurato dalla conoscenza reciproca dei suoi musicisti e dalla lunga esperienza di ognuno maturata al fianco di artisti di livello internazionale.

Marco Cocco è invece il protagonista della seconda data in cartellone sette sere dopo, martedì6 agosto: il cantante cagliaritano, classe 1980, ha nutrito sin da piccolo interesse per la musica iniziando da autodidatta lo studio della chitarra. La passione per il canto è arrivata più tardi, intorno ai vent’anni, per diventare via via la sua principale forma di espressione artistica. Colpito profondamente dalla musica delle grandi orchestre swing, Marco Cocco ha approfondito il genere negli anni. Dal 2010 si esibisce regolarmente come crooner in diverse formazioni proponendo un repertorio che trae ispirazione dall’American Songbook. Nel 2016 riceve dalla cantante Sheila Jordan una borsa di studio in canto jazz che gli permette di perfezionarsi negli Stati Uniti. L’8 marzo scorso esce il suo primo album, “Body and soul” , dodici tracce per un disco costruito intorno ad alcuni dei più importanti standard del jazz, brani significativi nel percorso dell’artista arrangiati e suonati e arrangiati tra innovazione e rispetto della tradizione. Ad accompagnare Marco Cocco sul palco di Jazz Waves a Portoscuso, quattro musicisti di grande esperienza e di primo piano del jazz sardo, presenti anche sul disco: Mauro Mulas al pianoforte, Massimo Ferra alla chitarra, Alessandro Atzori al contrabbasso e Paolo Nonnis alla batteria.

Tutte le serate sono a ingresso gratuito con inizioalle 21.30.

This div height required for enabling the sticky sidebar