img

Tutto pronto a Portoscuso per l’arrivo della Madonna Pellegrina di Fatima

/
/

E’ ormai tutto pronto  per l’arrivo Della Madonna Pellegrina di Fatima che farà tappa unicamente per tutto il Sulcis Iglesiente a Portoscuso dal 03 Ottobre giorno del suo arrivo nel quale sarà accolta da tutta la comunità di Portoscuso e dalle persone che per l’evento giungeranno nel territorio al 10 Ottobre giorno della sua partenza. Vari sono gli eventi a carattere religioso che sono previsti lungo tutta la durata del suo soggiorno. I Manifesti riguardanti il programma sono consultabili presso tutte le chiese del territorio sulcitano e non solo. Chiediamo se possibile la divulgazione di tale evento tramite la vostra piattaforma web in modo da divulgare tale evento.

È una grande occasione di Missione Evangelica della e per la nostra Cittadina. “Se la Chiesa ha accolto il messaggio di Fatima è perché custodisce una verità e una chiamata che sono il contenuto del Vangelo stesso” afferma il Parroco Don Giulio Demontis rifacendosi alle parole di S.Giovanni Paolo II. La Madonna di Fatima ci fa visita per ricordarci, fare memoria, delle Parole di Gesù, contenute nel Suo Vangelo.

Non segreti, ma messaggi “forti” che riscopriremo di giorno in giorno, attraverso la recita del S.Rosario,la celebrazione Eucaristica, l’ascolto della parola, l’adorazione, il silenzio e le fiaccolate; soo tutti strumenti e segni che la Chiesa ci propone come sicure strade per accedere alla tenerezza di Dio, di cui Maria è segno di esemplare sicurezza.

La statua della Madonna di Fatima è il calco identico della prima statua pellegrina costruita nel 1947 sotto le strette indicazioni di Suor Lucia.

Questa statua è sempre in pellegrinaggio dalla Russia ai Paesi dell’est Europa e in alcuni mesi dell’anno come in questo caso in Italia e nello specifico in Sardegna a Portoscuso territorio della Diocesi di Iglesias.Il culto di Fátima veniva diffondendosi in Europa, insieme al rito della consacrazione al Cuore Immacolato di Maria raccomandato dalle apparizioni portoghesi. Ciò contribuì decisamente all’espansione della devozione mariana e al successo della Peregrinatio Mariae.

In Italia la prima Madonna pellegrina visitò i centri dell’arcidiocesi di Udine in un lungo itinerario triennale, sotto il nome di Crociata mariana della Madonna missionaria (1946-1949). Fu tuttavia con la Peregrinatio Mariae dell’arcidiocesi di Milano (1947-1949) che il rito assunse la denominazione corrente e si estese rapidamente a tutto il paese. Dopo numerosi pellegrinaggi locali, l’evento abbracciò l’intera nazione con un grande pellegrinaggio della Madonna di Fátima, concluso con la consacrazione dell’Italia. Questi pellegrinaggi ancora oggi sono momenti di aggregazione delle comunità parrocchiali in cui si vivono momenti intensi di suppliche e preghiere alla Vergine.

This div height required for enabling the sticky sidebar